Giovanni Scagnoli, un’opera di luce per la Biennale di Venezia

News
Giovanni Scagnoli, un’opera di luce per la Biennale di Venezia
APRE A VENEZIA GRAZIE ITALIA, ALL’INSEGNA DELL’ESTETICA PARADISIACA
Il 26 Ottobre le Gallerie del Piano Nobile di Palazzo Albrizzi Capello ospiteranno una rassegna che intenderà trasformare l’Italia in un “Paradiso terrestre”

Dal 26 Ottobre al 26 Novembre presso le Gallerie del Piano Nobile di Palazzo Albrizzi Capello (Cannaregio 4118, Venezia) si terrà la mostra Grazie Italia a cura di Stefania Pieralice e Gianni Dunil. La rassegna, che avrà come ospite il 26 Ottobre il critico d’arte Daniele Radini Tedeschi attuale curatore del Padiglione Guatemala alla Biennale di Venezia, si svolgerà in uno storico palazzo ospitante al contempo uno dei padiglioni della stessa Biennale. La mostra costruirà un percorso espositivo tributo alla nostra nazione e ospiterà principalmente opere connotate dalla rarefazione del colore, dalla sua negazione, dalla dissolvenza delle immagini. L’Italia quindi non sarà il soggetto delle composizioni bensì destinataria di “paradisi artificiali” poiché la loro anticipazione sarà meramente terrestre, in una visione tra l’onirico e la veglia. Quello stato primitivo di purezza e felicità, lontano dalla corruzione e dalla colpa, viene ben simboleggiato da un utilizzo di cromie chiarissime ed evanescenti, da immagini trasfigurate, sbiadite, da fantasmi dello spirito e della mente di ogni autore. Pochissime le opere figurative aventi a soggetto volti pensanti, corrosi, dilaniati, volti in cui si delinea tutto il dramma di questa terra per il mancato godimento di un regno di bellezza e di bene. In realtà la mostra nel suo file rouge configura un percorso di rinascita a fronte di una generale “disumanizzazione” della società in cui spirito civico e coscienza nazionale sono ormai sopiti. L’artista, nervo scoperto della comunità, dinnanzi agli ingorghi delle avanguardie e alla situazione di tilt dovuta al periodo del postmoderno ha sviluppato così una volontà di ritorno a momenti collettivi e sciamanici; egli strumento vitale dell’arte, deve infondere la sua energia creativa e taumaturgica al fine di educare ad una “risocializzazione”, tutto questo e molto altro è la nuova corrente dell’Estetica Paradisiaca a cui la rassegna si ispira.

Periodo: dal 26 Ottobre al 26 Novembre 2017
Orari: Martedì-Domenica 10.00/18.00- Lunedì chiuso
Sede: Gallerie del Piano Nobile di Palazzo Albrizzi Capello, Cannaregio 4118 Venezia